Angeletta supera brillantemente la prova dei cuochi

11885099_1019771538041930_2889410777893774066_nDoveva essere un normale e sereno martedi di inizio agosto con una spadellata in trasferta ed invece… L’invito era stato fatto da alcuni amici di Roio del Sangro, un magnifico borgo del medio Sangro a circa 900 metri tra Castel di Sangro e Villa Santa Maria

L’incertezza del tempo  e la pioggia che ci aveva accompagnata, insistente, da Sulmona ad Ateleta ci aveva creato una simpatica sensazione di rilassamento. Angeletta nel farsi i conti diceva “in fondo ci siamo presi un giorno di riposo…” All’ingresso del paese il cartello “Roio del Sangro: Paese dei cuochi” ci aveva creato una ulteriore incertezza.

Arriviamo, montiamo la padella in piazza, nel più totale disinteresse. Alle 19 iniziamo lentamente con riso e porcini. Qualcuno comincia a prenotarsi, altri si piazzano davanti il posto di cottura, uno dei nostri amici ci dice che sono tutti cuochi o ex cuochi, ma continuano dicendo che uno è stato cuoco di casa Agnelli, un’altro ambasciata russa, un altro emirati arabi, quindi ambasciata ceka, e via ad elencare luoghi importanti e prestigiosi. Sono sguardi incuriositi, severi, inafferrabili e qualche sorrisino non ci fa ben sperare. Prima padella finita. Seconda e terza con pasta guanciale e tartufo. Cominciano i primi apprezzamenti per il burro fatto in casa e il tartufo vero e non quello in scatola e quindi sulle tecniche di cottura. In un attimo finisce la pasta si passa a due padelle di risotto alla zafferano e salsiccia. E’ l’apoteosi! Tutti si rimettono in fila e finiscono anche quelle. E’ quasi mezzanotte è il momento degli spaghetti aglio, olio e peperoncino. Finisco subito anche quelli. Allora Angeletta chiude con una padellona di riso ai porcini e salsiccia, con un pò più di calma, ma finisce anche quella. I cuochi si avvicinano a fare i complimenti alla loro collega! Angeletta, e, gli consegnano idealmente il diploma di cuoca roiese. Appena in tempo per qualche sorriso di soddisfazione che la pioggia, inesorabile, ricomincia. Ci si bagna per ricaricare il tutto. Siamo molto stanchi, ma felici per essere stati accolti in modo così ospitale.

Durante la serata vi è stato anche il tempo per parlare con il sindaco di Borghi Autentici d’Italia e presto probabilmente avremo anche la loro adesione.

Annunci

Alla scoperta della Borgogna

11102633_463756933787022_6569174393757849344_nNel programma di degustazione il Ristorante Angeletta, in collaborazione con la FISAR propone: “Alla scoperta della Borgogna”

Uno dei territori più famosi del mondo: la Borgogna. Due vitigni unici che danno vita a vini celebrati ovunque: il Pinot Noir e lo Chardonnay. Nel mese di giugno vi proponiamo una degustazione di rara bellezza, durante la quale berrete addirittura un Premier Cru e un Grand Cru. Vini unici per una serata unica!
Ci accompagneranno le narrazioni del docente FISAR Fabrizio Ercolani e la cucina francese proposta dalla splendida Angela Palombo. Vi aspettiamo…

Elenco dei vini:

– Cremant de Bourgogne Naudin Ferrand 2012;
– Bourgogne Aligotè Marc Colin & Fils 2011;
– Bellis Perennis Naudin Ferrand 2011;
– Bourgogne Pino Noir Grivot 2010;
– Morey Saint Denis 1er Cru Les Millandes Domain Pierre Amiot 2008;
– Charmes Chambertin Grand Cru Domain Tortochot 2006.

Il costo della serata è 30 euro per i soci FISAR, 35 per i non soci. I posti sono limitati a 30. Per prenotare è possibile chiamare: Angela (3288547210), Boris (3928809338), Paolo (3923502773).

Angeletta si rinnova

10988519_930864693599282_5681736131127494203_nIn questi giorni Angeletta sta facendo dei lavori di ristrutturazione perchè ci sono momenti in cui il desiderio, tutto inconscio, di fare adeguate trasformazioni nella gestione della propria attività, provoca anche la decisione di fare cambiamenti visibili che possa accogliere nel migliore dei modi la propria clientela. Non saranno cambiamenti radicali, ma sicuramente di una certa sostanza.

Dopo i lavori partiranno le manifestazioni alla ricerca dell’Italia autentica per mettere insieme cibo e vino di qualità di territori, luoghi e borghi adeguatamente scelti per far vivere ai propri ospiti vere e proprie emozioni. Ad aprile inizieremo con i prodotti (prosciutto, formaggi, piatti ben confezionati e birra) di Sauris in provincia di Udine.

Intanto è partito “RISTORAMENTE” il club Angeletta utile per stare sempre a contatto con le iniziative che il ristorante organizzerà. per iscriversi basta inviare un messaggio a questo blog o alla pagina facebook: https://www.facebook.com/angelettaincarsoli

L’Italia dei territori autentici

imageAngeletta lancia “L’Italia dei territori autentici”, percorsi di gusto tra prodotti tipici, ristorazione, vino, birra dell’Italia piu’ profonda, dal nord, al sud, alle isole. Una ricerca di eccellenze nazionali da gustare, a partire da marzo, periodicamente nel Ristorante Angeletta in Carsoli. Un modo per scoprire prodotti tipici, piatti sapientemente cucinati ed abbinati a vini del territorio nazionale. (Da non escludere qualche prelibatezza estera).

Angeletta mettera’ a disposizione la sua trentennale esperienza di chef, la sua nuova professionalità di sommelier e la decennale frequentazione della qualità, identità enogastronomica della  rete Borghi Autentici d’Italia, associazione tra le più diffuse ed importanti del nostro paese.

una bella domenica

oggi bella gente da Angeletta. Prima la squadra di calcio asd real carsoli ( che per inciso ha anche vinto la partita) quindi un compleanno di un bel bambino con i genitori, zii e nonni, alcuni amici carissimi e diversi nuovi clienti.  Come al solito sono stati serviti fettuccine, ravioli, sagnozzi, maltagliati, rigatoni al sugo di carne, al ragu, ai porcini, al tartufo e poi carne locale e cicoria, patate al firno, ed altri contorni. dolci, ottimo vino e tanti sorrisi da parte di tutti.

Il catering di Angeletta

Il Ristorante Angeletta offre anche un servizio catering particolare. L’uso del pentolo è il nuovo modo di fare ristorazione a domicilio. Con un pentolo grande (70 porzioni) Angeletta è in grado di fare ristorazione nelle feste private, nelle sagre e in tutti quegli appuntamenti collettivi e ricreativi. Il metodo di cottura  dei primi piatti è altamente professionale dove vengono esaltati i sapori. In questo modo angeletta è in grado di cucinare primi a base di pesce, risotti, spaghetti, paeja, ecc all’istante per molte persone.

I primi piatti

I primi piatti di Angeletta sono rigorosamente piatti della tradizione abruzzese. Pasta fatta in casa e tirata a mano (fettuccine, ravioli, strangozzi, maltagliati, rigatoni, pappardelle). Le pastre di semola sono anch’esse abruzzesei (De Cecco, Del Verde o Cocco). La ricotta dei ravioli è rigorosamente di pecora locale possibilmente di Pereto. I condimenti sono naturali e a chilometro zero. porcini, tartufi, ragù, formaggi, ecc.

Nulla è lasciato al caso. La rivisitazione della tradizione è delicata e di qualità

da angeletta il vino è rigorosamente abruzzese

Da Angeletta si beve abruzzese: Vino (montepulciano, cerasuolo, trebbiano, pecorino, passerina, ecc), amaro, genziana, lemoncello, grappa,  Jannamico. Tra le cantine vi è prepotente Chiusa Grande, una cantina, una filosofia per grandi vini: Roccosecco, Perla Nera, Tommolo, Natua, ecc.

Abbiamo scelto Chiusa Grande e Franco D’Eusanio perchè pensa come Angeletta :

“Vinosophia Chiusa Grande di Franco D’Eusanio
1. Tornare alla natura 2. Sognare ad occhi aperti 3. Trascorrere una vita piacevole 4. Fuggire le false ambizioni 5. Evitare le mode fugaci 6. Sedurre e lasciarsi sedurre dalla terra 7. Essere corretti anche quando non conviene 8. Riscoprire l’arcaica civiltà rurale abruzzese 9. Fare un vino buono senza essere schiavi del profitto 10. Aver cura del benessere di chi beve.”